Teatro Niccolini

Via Ricasoli, 3/5
50122 Firenze (FI)
info@teatroniccolini.com
T. +39 055 094 6404

17

Novembre
8 gennaio 2022

O ingrata patria, morto è’l tuo Dante!

musiche dal vivo

I Musici del Gran Principe

“O ingrata patria, morto è’l tuo Dante!”
Dante Alighieri e Firenze: il politico e il poeta secondo Boccaccio

– Progetto per il 700° anniversario della morte di Dante Alighieri –

 

 

“O ingrata patria, morto è’l tuo Dante!”

Con queste parole Giovanni Boccaccio (1313-1375) si scaglia contro i fiorentini per aver esiliato e aver perduto per sempre il loro grande poeta e lo fa in una delle sue opere più interessanti e meno conosciute, il Trattatello in laude di Dante (1357-1361), testo diviso in capitoli che può essere considerato la prima biografia di Dante Alighieri.
Si parla del Dante quotidiano, semplice e umano, immerso nella vita politica e nella vita militare: il Poeta prese parte alla battaglia di Campaldino, combattuta l’11 giugno 1289 tra guelfi fiorentini e ghibellini aretini, prima di affrontare i suoi anni più difficili, quelli dell’esilio e della morte.
Boccaccio racconta di Dante con grande slancio di riconoscenza e con dovizia di particolari, che rendono il poeta un po’ più umano ai nostri occhi, e proprio questo è l’obiettivo del progetto: nel variegato ed enorme universo dantesco si è voluto dare voce a un cronista eccellente come Boccaccio per raccontare la vita di Dante a Firenze dalla nascita alla vita militare e politica, fino all’esilio (1302).
La lettura di alcuni passi in volgare fiorentino del Trattatello vengono commentati ed enfatizzati dalla musica, in particolare da un repertorio medievale fiorentino in quella lingua volgare così cara a Dante, composto al tempo della Firenze trecentesca (brani estratti dal Manoscritto di Londra, dal Laudario Fiorentino, dalle Cantigas de Santa Maria insieme a composizioni di Francesco Landini) ed eseguito da “I Musici del Gran Principe” su copie di strumenti medievali, costruiti secondo le fonti iconografiche a noi pervenute.
Oltre ai musicisti abbiamo previsto la presenza di una voce recitante che declamerà, invece dei tanto noti testi ormai letti, studiati e conosciuti (Divina Commedia, La Vita nova), estratti del Trattatello di Boccaccio sugli anni fiorentini del poeta, percorrendo un viaggio nella prima parte della vita di questo eccezionale personaggio della Storia.

 

 

Cantigas de Santa Maria

A Madre de Deus; Todos con alegria cantando; Assi como Jheso Cristo; Tan gran poder

 

Laudario di Cortona

Tutor dicendo di lui non tacendo; Amor dolze senza pare; Sia laudato San Francesco

 

Laudario fiorentino

Alleluya, alto Re di gloria; Peccatrice nominata Magdalena; Voi ch’amate lo Criatore

 

Manoscritto di Londra

Salterello I; Salterello II

 

Codice Palatino Panciatichi

Con dolce brama e con gran disio; Con brachi assai e con molti sparveri

 

Francesco Landini (1325/35-1397)

Po’ che da morte nesun si ripara; El mio dolce sospir; Così pensoso com’Amor mi guida

 


L’evento avrà luogo nel rigoroso rispetto delle norme anti Covid-19. Sarà richiesto il Green Pass. È obbligatorio indossare la mascherina.

luogo

Sala teatro
Date e orari

8 Gennaio 2022 19:30
Alcune funzioni sono disabilitate, come “Facebook Like social plugin”, a causa del blocco dei cookies: apri le tue preferenze sui cookies.

Questo sito utilizza cookies per varie funzionalità. Cookie policy

Alcune funzioni sono disabilitate, come “%SERVICE_NAME%”, a causa del blocco dei cookies: apri le tue preferenze sui cookies.